Costa Concordia, il relitto sarà smantellato nel porto di Genova

(foto Twitter)
(foto Twitter)

 

 

La decisione ufficiale è attesa entro il 16 giugno, ma con ogni probabilità il relitto della Costa Concordia sarà smantellato nel porto di Genova. Il via libera – secondo quanto riferito dal Sole 24 Ore – sarebbe arrivato dopo una riunione che si è tenuta mercoledì pomeriggio nel capoluogo ligure nel palazzo di Costa Crociere. Esce così di scena la Turchia, che avrebbe potuto accogliere il relitto nel porto di Smirne.

 

Secondo il quotidiano di Confindustria, durante la riunione “è stata anche indicata la data in cui la nave verrà rimessa in galleggiamento, per essere rimorchiata verso lo scalo della Lanterna: il 20 luglio”.

 

L’operazione sarà gestita dalla Titan Micoperi, la stessa società che si è occupata del raddrizzamento della nave. “In queste ore – si legge sempre sul Sole 24 Ore – il gruppo Costa, insieme a legali e assicuratori, sta lavorando all’ultimo tassello del progetto, ossia la sottoscrizione del contratto, che comunque non dovrebbe presentare problemi insormontabili, che affiderà ai gruppi San Giorgio, Mariotti e Saipem, in collaborazione con l’Autorità portuale di Genova, il processo di smantellamento del relitto”.

 

 

Redazione