ACI: arriva Tommy, il dissuasore dei “furbetti” delle strisce gialle

(foto Twitter)
(foto Twitter)

 

 

Si chiama “Tommy” ed è il primo dissuasore per parcheggi elettronico alimentato a energia solare. Il dispositivo nasce da un’idea della Onlus Insettopia, fondata da Gianluca Nicoletti (papà di un bimbo autistico, Tommaso, da cui il nome “Tommy”) ed è stato messo a punto da ACI Consult, società del gruppo ACI specializzata in servizi per l’ambiente e la mobilità. L’obiettivo è impedire che i posti riservati ai portatori di handicap siano occupati da chi non ne ha diritto.
Il prototipo installato in via Gulli a Roma sarà monitorato per tre mesi: se la sperimentazione avrà successo, “Tommy” sarà diffuso su scala nazionale. Il funzionamento è piuttosto semplice: una volta collocato al centro dell’area di sosta, può essere “abbassato” solo attraverso un telecomando.

 

Secondo il presidente dell’Automobile Club di Roma, Giuseppina Fusco, “l’evidente efficacia di questo dispositivo accelererà l’iter burocratico necessario per la diffusione su scala nazionale. Serve comunque una semplificazione normativa, anche se lo spirito della legge verso la tutela dei disabili e dei loro diritti è la chiave che aprirà tutte le porte”.

 

 

Redazione