Luca di Montezemolo: “Ayrton Senna voleva la Ferrari e io volevo lui”

Ayrton Senna prima dell'incidente fatale (Getty Images)
Ayrton Senna prima dell’incidente fatale (Getty Images)

 

 

Sono passati venti anni dal fatale incidente di Ayrton Senna sul tracciato di Imola, ma il suo ricordo resta indelebile, tant’è che il boss della Ferrari ha voluto ricordare il pilota brasiliano con una nota ufficiale apparsa sul sito del Cavallino.

“Lui voleva la Ferrari e io lo volevo in squadra. Poiché era in Italia per il Gran Premio di San Marino, ci incontrammo nella mia casa di Bologna mercoledì 27 aprile – racconta Luca Cordero di Montezemolo sul sito Ferrari.com -. Mi disse che apprezzava molto la posizione che avevamo preso contro l’eccesso nell’utilizzo degli ausili elettronici per la guida che non facevano emergere il reale valore dei singoli piloti. Parlammo a lungo e mi disse in modo chiaro che voleva chiudere la sua carriera alla Ferrari dopo esserci andato vicino qualche anno prima”.

Ma il destino ha voluto diversamente… “ Di Senna ricordo la gentilezza e la sua semplicità che sembrava quasi timidezza, in netto contrasto con il Senna pilota, un combattente sempre determinato ad ottenere il massimo”, ha concluso Montezemolo.

 

Redazione