Tarus 2X2, la moto russa ‘tascabile’ meglio di un Suv (Guarda Video)

foto Twitter
foto Twitter

 

 

Una moto pensata per affrontare e percorrere ogni tipo di terreno, anche il più impervio. E’ la Tarus, moto esploratrice anfibia a trazione integrale 2×2 nata da una piccola azienda a pochi chilometri da Mosca. Leggerissima – il peso non supera i 50 kg – montabile in pochi minuti, dotata di pneumatici (220 mm di larghezza) gonfiabili a bassa pressione, ha un motore monocilindrico 4 tempi, con trasmissione fino a 3 marce. Può raggiungere i 60 km/h su percorsi accidentati, consumando solo1,2 litri all’ora.

La caratteristica della Tarus è di riuscire a muovere le due ruote contemporaneamente. Su ogni ruota è presente un raccordo dentato ed entrambe, tramite catena, sono collegate ad un ingranaggio attivato direttamente dal motore. Il telaio è privo di sospensioni. Ha due varianti: il fuoristrada e il modello omologato, con impianto elettrico completo e ruote da quad. In questo caso il peso del veicolo è leggermente superiore. Il costo è di circa 35.000 rubli, all’incirca 730 circa.