foto dal web
foto dal web

 

 

Mercoledì 19 marzo sarà una giornata infernale per chi deve spostarsi con i mezzi pubblici. I sindacati dei trasporti hanno confermato lo sciopero nazionale di 24 ore di bus, tram e metropolitane. Al centro della protesta, il mancato rinnovo del contratto di lavoro, che riguarda circa 110mila lavoratori.

I pendolari non potranno fare altro che non farsi cogliere impreparati dal disagio e informarsi sugli orari dello sciopero e sulle fasce protette che variano da città a città in tutta Italia. Di seguito alcune informazioni che potrebbero rivelarsi utili.

 

MILANO – Nel capoluogo lombardo lo sciopero si terrà dalle 8.45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio. Per quanto riguarda la rete Ferrovienord, variazioni, ritardi e cancellazioni potranno riguardare le tratte Milano-Saronno-Varese Nord-Laveno, Milano-Saronno-Como Lago, Milano-Saronno-Novara Nord, Milano-Seveso-Asso, Milano-Seveso-Mariano/Camnago, Brescia-Iseo-Edolo. Possibili disagi anche sul Passante Ferroviario milanese e sulle linee Suburbane S1, S2, S4, S9, S13.

ROMA – Nella capitale stato di agitazione dalle 8.30 alle 17.30 e dalle 20 a fine servizio. I varchi delle Ztl diurne resteranno aperti anche ai veicoli privi di permesso.

NAPOLI – A Napoli lo stop dei mezzi pubblici è previsto dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio;

PALERMO – Stop dalle 8.30 alle 17.30. Dopo di che i mezzi pubblici circoleranno regolarmente.

BARI – Mezzi pubblici fermi dalle 8.30 fino alle 12.30 e dalle 15.30 in poi.

TORINO – Lo sciopero comincia in lieve ritardo nel capoluogo piemontese: dalle 9.00 alle 12.00, poi dalle 15 a fine servizio.

FIRENZE – Trasporti pubblici fermi dalle 9.15 a fine turno

GENOVA – Stop dalle 9.30 alle 17 e dalle 21 a fine servizio

BOLOGNA – Stop dalle 8.30 alle 16.30 e dalle 19.30 a fine servizio

CAGLIARI – I trasporti pubblici circoleranno solo nelle seguenti fasce orarie: dalle 7.30 alle 9.30, dalle 12.45 alle 14.45 e dalle 18.30 alle 20.30.