Valentino Rossi: “La prima volta che ho guidato la Ducati è stato uno shock”

Valentino Rossi (Getty Images)
Valentino Rossi (Getty Images)

 

 

Valentino Rossi sembra avviato, nella miglior ipotesi, ad un eterno quarto posto, almeno finchè ci saranno lì davanti i tre big Jorge Lorenzo, Marc Marquez e Dani Pedrosa. La prossima stagione sarà chiarificatrice per il Dottore e il suo futuro in classe regina. E in un’intervista rilasciata a ‘Rolling Stones’ punta l’indice ancora una volta contro il triste biennio in Ducati.

“La prima volta che ho guidato la Ducati e’ stato uno shock – ha dichiarato il pilota di Tavullia -. Dopo tre giri ho pensato: ‘Siamo nei guai’. Mi sono bastati per capire che avevo fatto un errore. Non avevo potuto mai provare la moto prima di firmare, ma ho firmato lo stesso. I problemi erano chiarissimi fin dall’inizio. Ho detto: ‘Ok, proviamo a migliorare questa moto’. Abbiamo lavorato per tutta la prima parte della stagione, ma dopo 10 gare ho cominciato a capire che non avrei mai vinto con quella moto”.

 

Quasi a sorpresa Rossi elogia il suo storico rivale Casey Stoner: “Casey ha fatto un lavoro incredibile con la Ducati e se riguardo la sua telemetria non capisco come abbia fatto”. Ma attualmente ripetere l’impresa sarebbe difficile anche al pilota australiano: “Sono sicuro che se Stoner domani salisse sulla Ducati di Dovizioso arriverebbe sesto”.

 

Redazione