F1 GP Usa 2013: Vettel senza rivali, Ferrari sempre più giù

Sebastian Vettel sul podio di Austin (getty images)
Sebastian Vettel sul podio di Austin (getty images)

 

 

Sebastian Vettel non conosce freni nè rivali e s’impone anche nel Gran Premio di Austin, anticipando sul podio Romain Grosjean e il compagno di squadra Mark Webber. Male le Ferrari che accusano sempre un maggior ritardo rispetto alle dirette avversarie: Fernando Alonso termina in quinta piazza, Felipe Massa è dodicesimo.

“Ora andiamo in Brasile con lo stesso obiettivo – ha dichiarato il ferrarista spagnolo -, di battere la Mercedes, però sapendo che per qualche ragione che non abbiamo capito abbiamo fatto qualche passo indietro negli ultimi gp”.

 

Di seguito l’ordine di arrivo del Gran Premio degli Usa 2013.

1 Sebastian Vettel Red Bull Racing-Renault 56 Winner

2 Romain Grosjean Lotus-Renault 56 +6.2 secs

3 Mark Webber Red Bull Racing-Renault 56 +8.3 secs

4 Lewis Hamilton Mercedes 56 +27.3 secs

5 Fernando Alonso Ferrari 56 +29.5 secs

6 Nico Hulkenberg Sauber-Ferrari 56 +30.4 secs

7 Sergio Perez McLaren-Mercedes 56 +46.6 secs

8 Valtteri Bottas Williams-Renault 56 +54.5 secs

9 Nico Rosberg Mercedes 56 +59.1 secs

10 Jenson Button McLaren-Mercedes 56 +77.2 secs

11 Daniel Ricciardo STR-Ferrari 56 +81.0 secs

12 Felipe Massa Ferrari 56 +86.9 secs

13 Esteban Gutierrez Sauber-Ferrari 56 +91.7 secs

14 Heikki Kovalainen Lotus-Renault 56 +95.0 secs

15 Paul di Resta Force India-Mercedes 56 +96.8 secs

16 Jean-Eric Vergne* STR-Ferrari 56 104.5 secs

17 Pastor Maldonado Williams-Renault 55 +1 Lap

18 Jules Bianchi Marussia-Cosworth 55 +1 Lap

19 Giedo van der Garde Caterham-Renault 55 +1 Lap

20 Charles Pic Caterham-Renault 55 +1 Lap

21 Max Chilton Marussia-Cosworth 54 +2 Lap