Formula1, Davide Valsecchi: “La scelta della Lotus è una brutta sconfitta, sarei stato all’altezza”

Davide Valsecchi (getty images)
Davide Valsecchi (getty images)

 

 

Davide Valsecchi al momento è l’unico pilota italiano a tenere ancora alto il tricolore nel mondo della Formula 1, sebbene sia solo una riserva del team Lotus, ma la scelta di sostituire Kimi Raikkonen con Heikki Kovalainen gli ha lasciato l’amaro in bocca.

Per lui si sarebbe trattato dell’esordio nel Circus, ma a quanto pare i tempi non sembrerebbero ancora maturi per gli uomini della scuderia britannica: “E’ una brutta sconfitta, dal punto di vista sportivo una tragedia, ma non mi arrendo – ha detto Valsecchi in un’intervista a ‘La Gazzetta dello Sport’ -. Mi fa rabbia aver perso il confronto con Kovalainen, che non è un campionissimo e neppure un pilota in attività, visto che gli ultimi risultati li ha fatti cinque anni fa. Avessero preso Hulkenberg l’avrei capito, con Maldonado ci avrei pensato, ma in questo caso… Ero convinto che, per motivazioni e voglia di sfondare, il team avrebbe scelto me tutta la vita. E io sarei stato all’altezza…”.

Ma il pilota lombardo non si arrende e giura massimo impegno ai suoi tifosi contrariati per la scelta della Lotus: “La scelta del team è comunque da rispettare e alla prima occasione che avrò in Formula 1, ho giurato, conquisterò dei punti… Penso a finire la stagione da terzo pilota della Lotus e poi guarderò al futuro”.

 

Redazione