MotoGP 2013, Casey Stoner: “Marquez deve rispettare i suoi avversari”

Casey Stoner e Carmelo Ezpeleta a Phillip Island (Getty images)
Casey Stoner e Carmelo Ezpeleta a Phillip Island (Getty images)

 

 

Seppur in veste di ospite speciale sul circuito di Phillip Island non poteva mancare Casey Stoner, da quest’oggi entrato a far parte della ‘Hall of Fame’ insieme a nomi leggendari del calibro di Giacomo Agostini, Mick Doohan, Kenny Roberts, Kevin Schwantz e diversi altri. L’ex campione ha scartato l’ipotesi di un suo ritorno in MotoGp, accontentandosi di ricoprire il ruolo di tester per la Honda.

“Non mi manca la MotoGP, non mi manca questo ambiente. Lo scorso anno si era pensato ad una possibile wild card qui , ma non ho mai considerato questa opzione in questi ultimi mesi. Ho provato la Honda a Motegi, ma non sono stato abbastanza competitivo”.

E sul baby campione Marc Marquez ha confessato: “Sta facendo un lavoro molto positivo, sorprendente. Ha dimostrato di essere dello stesso livello mostrato nelle altre categorie – ha affermato Dtoner -. Dal punto di vista della guida secondo me va un po’ troppo oltre e lo fa anche con le parole. Sostiene le sue ragioni in merito agli “scontri” in pista, invece secondo me ci vorrebbe più rispetto con i suoi avversari che sono fortissimi”.

 

Redazione