MotoGp 2011: i commenti del dopo Silverstone: Stoner alle stelle e Rossi alle stalle

Valentino Rossi in sella alla Ducati Desmosedici

MOTOGP 2011 SILVERSTONE: All’indomani del trionfo di Casey Stoner nel Gran Premio di Silverstone 2011 alla guida della sua Honda, della perdita del primo posto nella classifica piloti da parte di Jorge Lorenzo e della debacle di Valentino Rossi e la Ducati, è il tempo dei commenti dei protagonisti (in positivo e negativo).

Ecco il commento di Casey Stoner: “Da metà gara ho avuto tanto freddo e dei problemi per la condensa all’interno del casco che non mi faceva vedere bene la pista. Da metà gara in poi, le cose sono poi migliorate, la visuale è andata meglio e mi sono calmato. So che in tanti hanno fatto degli errori, ma era facile farli. Io volevo stare tranquillo, avere Dovizioso dietro era pericoloso, e non volevo forzare molto. Sono rimasto concentrato giro dopo giro e sono felice per un risultato importante, centrato in condizioni difficili. La situazione è differente rispetto al 2007. Noi abbiamo lavorato molto su questa moto per avere un’ottima performance in ogni sessione. Adesso so dove spingere, dove migliorare, dove contenermi. Sono soddisfatto”.

Andrea Dovizioso, giunto secondo al traguardo ieri:  “In gara abbiamo fatto una prestazione bellissima. Le condizioni erano difficili, era molto facile perdere il posteriore o l’anteriore, ma è stato un risultato importante in un Mondiale che è ancora lungo. È stato fondamentale l’essere rimasti davanti in condizioni diffilicili e difendere la posizione per non far scappare Stoner. Un voto? Considerando che non sono veloce come Simoncelli in prova, né come Stoner o Lorenzo in gara, mi darei comunque un 8 perché nei momenti importanti ci sono sempre”.

Colin Edwards su Yamaha ieri è stato il terzo pilota a tagliare passare sotto la bandiera a scacchi. Un risultato eccellente se si considera che il pilota era reduce da un brutto infortunio: “Ho avuto un incredibile dolore, ma quando sei sulla moto non fa così male. Ringrazio la squadra e chi ha lavorato con me per garantirmi questa grandissima giornata”.

Alla fine lasciamo il commento a Valentino Rossi, che in sella alla sua Ducati Desmosedici ieri dal 13esimo posto di partenza è riuscito ad arrivare sesto. Ma la sostanza non cambia, l’annata è pessima e Rossi non si nasconde dietro un dito: “Essere sesto dopo il week end che abbiamo avuto è molto positivo, alla fine siamo al 4° posto nel mondiale: fin qui siamo stati bravi a limitare bene i danni. Sapevo che avrei faticato su questa pista e adesso da Assen ma speravo di andare almeno come in Francia o a Barcellona. Il primo problema è che sull’asciutto non andiamo come la Honda, ma è anche vero che qui Hayden è stato più veloce in prova e in gara: la loro moto era a posto e andava bene. Io ho fatto quello che ho potuto, quando ho visto ‘6’ sulla tabella dai box pensavo che avessero sbagliato, che fossero i giri, non la posizione. Alla fine resta il fatto che si deve fare meglio perché non si possono avere la domenica pomeriggio gli stassi problemi del venerdì mattina”.

Redazione Online

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here