Valentino Rossi Ducati: “Sono lento e faccio fatica a guidare”. Il Dottore spera nella pioggia al Gp di Silverstone

VALENTINO ROSSI DUCATI – Il Gran Premio di Silverstone comincia male per il team Ducati. Nelle qualifiche ufficiali di ieri Nicky Hayden va meglio di Valentino Rossi: l’americano si piazza in settima posizione, mentre il campione pesarese è soltanto tredicesimo, confermando i timori di non riuscire a mettere a punto un buon set-up per la pista inglese. Oltre ai soliti problemi di feeling con la Ducati Desmosedici Gp11, il Dottore ha pagato a caro prezzo il fatto di non avere esperienza su tale circuito, poichè l’anno scorso saltò la gara per un infortunio.

Quest’oggi sarà complicato per il campione di Tavullia essere competitivi e combattere per il podio, ma tentare non nuoce: “E’ stata una giornata molto difficile, anzi un fine settimana molto difficile. Eravamo lontani venerdì, ma in certo senso poteva starci visto che non conoscevo la pista. Oggi però speravamo di fare molto meglio. Invece abbiamo abbassato il tempo solo di un secondo mentre gli altri ne hanno levati due. Il distacco è notevole e facciamo molta fatica anche rispetto alle altre Ducati quindi evidentemente qui, su questa pista, non siamo riusciti a lavorare bene. Faccio fatica a guidare, sono lento in ingresso di curva, non riesco a fare le linee che voglio. Abbiamo provato tante cose sul setting della moto ma senza fare progressi. Si dice che domani debba piovere, vediamo, non credo che potremmo essere competitivi come lo siamo stati su altre piste col bagnato, ma probabilmente un po’ meglio che sull’asciutto. Dovremo comunque fare il massimo con quello che abbiamo”, conclude il Dottor Vale.

Maggior entusiasmo per Nicky Hayden che ha ottenuto la miglior qualifica stagionale, pur non riuscendo a migliorare di molto i tempi rispetto alle prove di venerdì: “Quella di oggi è stata la mia miglior qualifica della stagione anche se abbiamo avuto diversi problemi: due secondi di distacco sono davvero troppi. Abbiamo provato diverse opzioni per migliorare ma, rispetto a venerdì, non abbiamo fatto un grosso passo in avanti. Forse abbiamo tentato troppe modifiche e per questo ci siamo un po’ persi. Soffriamo con l’anteriore sulle buche e dietro la moto si muove e scivola troppo. E’ stata una giornata abbastanza frustrante. Sinceramente se dovesse piovere non mi dispiacerebbe: venti giri sull’acqua non sarebbero facili ma aumenterebbero le nostre chances”.

Non resta che fare la danza della pioggia, sperando che il team Ducati riesca a lasciare il Silverstone Wing con un certo onore…

Redazione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here