MOTOGP 2011 – Ben Spies ha sete di vittorie e lo dimostra il terzo posto ottenuto al Gp di Barcellona, dove si è posizionato alle spalle di Casey Stoner e del compagno di squadra Yamaha, Jorge Lorenzo, riuscendo a tener testa alle insidie di Dovizioso e Rossi cui nulla hanno potuto contro il driver Usa. In un’intervista rilasciata a “Riders magazine Italia” Ben Spies, classe 1984, racconta la sua stagione 2011 dagli inizi ad oggi: “In Qatar ho avuto una partenza difficile, a Jerez sono caduto a due giri dalla fine, in Portogallo la moto non andava come doveva per un problema meccanico. E a Le Mans sono stato prudente: non mi piace come pista e volevo prendere punti perchè arrivavo da due gare dove non avevo raccolto niente in classifica. Comunque la stagione è lunga e i conti si fanno alla fine”, dice il pilota della Yamaha che, alla domanda se avesse avuto una Honda RC, risponde: “Sono in Yamaha e non ci penso. Tutti i miei sforzi sono finalizzati a fare del mio meglio qui e ora. Sarà dura ma riusciremo a capire come sviluppare la moto per vincere. Il resto non mi interessa”. E per il proseguimento del Mondiale in corso conclude: “La stagione è ancora lunga. I conti si fanno alla fine”

Al prossimo Gp di Silverstone l’americano tenterà di ripetersi e, magari, sarà la sorpresa di questo Motomondiale 2011 che sempre più sembra destinato al duello tra Stoner e Lorenzo. Tra i due litiganti potrebbe comparire il terzo incomodo.