MotoGp 2011: Andrea Dovizioso rincorre secondo podio al Gp di Barcellona

MOTOGP 2011 – Dopo il forfait di Dani Pedrosa il destino delle Honda al Gran Premio di Barcellona è nelle mani di Casey Stoner e Andrea Dovizioso. Negli ultimi vent’anni il team nipponico è salito 31 volte sul podio, segno che il circuito catalano sembra fatto a loro misura. Ed è proprio il driver australiano a suonare la carica per i suoi e in questo week-end tenterà di superare Jorge Lorenzo che, però, può contare sul ‘fattore campo’.

“Dopo un grande fine settimana a Le Mans non vedo l’ora di andare a Barcellona, ​​è una delle prime piste di Gran Premio su cui ho corso e mi sono sempre divertito. E’ una pista molto scorrevole e la gente spagnola è entusiasta. In passato Dani ha dimostrato che la nostra moto si comporta bene qui, quindi speriamo di trovare un set up abbastanza buono -conclude Casey Stoner -, ed essere competitivi perché abbiamo assolutamente bisogno di vincere prendendo i punti che ci mancano dalla vetta”.

Anche Andrea Dovizioso lascia ben sperare dopo il secondo posto ottenuto all’ultimo Gp di Le Mans, quando negli ultimi giri ha beffato la Ducati di Valentino Rossi, costretto al terzo gradino del podio: “Questo è uno dei miei circuiti preferiti, si adatta al mio stile di guida ed è una buona pista anche per la Honda RC212V. E’ un tracciato lungo con curve veloci ed è una bella sensazione quando si trova la giusta traiettoria. Ho sempre avuto buoni risultati qui e dopo il podio ottenuto nell’ultima gara arrivo competitivo e motivato a ripetere una buona prestazione. L’atmosfera di questo circuito è fantastica, ci sono sempre molti spettatori, veramente appassionati. Con il GP di Catalunya inizia un periodo molto impegnativo della stagione, con 6 gare in 8 settimane. Personalmente, mi piace avere due gare di fila, perché continuare a lavorare sulla moto senza interruzioni ed è bello anche come pilota. Mi dispiace molto per Dani – conclude il driver romagnolo – e spero che la sua riabilitazione possa andare bene”.

Redazione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here