F1: la Pirelli vuole bandire i cambi gomme a gara sospesa

Sebastian Vettel, Red Bull Racing. Fonte: Formula1.com

A MONACO VETTEL AVVANTAGGIATO DA PNEUMATICI NUOVI – La casa italiana chiederà che venga modificato il regolamento che prevede la possibilità di cambiare le gomme ai piloti in regime di bandiere rosse.

Il tedesco della Red Bull, infatti, è stato indubbiamente favorito dall’aver potuto cambiare le gomme semidistrutte con un treno di pneumatici freschi. Chi ne ha risentito maggiormente, al contrario, è stato Jenson Button, che, non avendo più gomme a mescola supermorbida da poter utilizzare, ha dovuto tenere il compound più duro. Anche Fernando Alonso non ha tratto alcun vantaggio da questa norma che, secondo il responsabile corse della Pirelli, Paul Hembery, “ha privato il pubblico di uno spettacolo che ci sarebbe sicuramente stato se i piloti avessero proseguito in quelle condizioni.

“Dal punto di vista della sicurezza in pista lo posso capire”, ha continuato Hembery, “ma, a dir la verità, vedo la cosa più dal punto di vista di un appassionato”.

Su un tracciato ostile ai sorpassi come è quello del Principato monegasco la differenza tra le strategie resta fondamentale per provare ad attaccare gli avversari. Lasciare alle scuderie la facoltà di mettere gomme fresche alla ripartenza dopo l’esposizione delle bandiere rosse non fa altro che diminuire drasticamente lo show.

La Pirelli, dunque, parlerà innanzitutto con gli stessi team, chiedendo per quali motivi – che non siano strettamente legati alla sicurezza – non si possa cambiare il regolamento.

Alessia Anselmo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here