F1 2011: Red Bull a un passo dal Mondiale, Vettel festeggia nella piscina della Energy Station

F1 2011 – Sebastian Vettel ha messo in bacheca un trofeo che gli mancava: vincere il Gran Premio di Monaco. E nella stagione dei record riesce a tenersi alle spalle anche i piloti più esperti del calibro di Alonso e Hamilton, su un circuito dove l’esperienza contava tanto. In sala stampa è un Vettel esuberante e la Red Bull può davvero confermarsi come la miglior scuderia del momento, senza se e senza ma. Certo la vittoria è giunta anche grazie alla bandiera rossa a sei giri dal termine, proprio quando la Ferrari di Fernando Alonso poteva tentare l’assalto finale, forte della minor usura degli pneumatici. Ma la sorte aiuta gli audaci e non ci sono scuse che tengano. Il 23enne della scuderia austriaca si riserva un tuffo nella piscina della Energy Station, il motorhome superaccessoriato della Red Bull, per poi concedersi alle domande e ai flash dei giornalisti: “Ero partito bene , ma poi ho avuto un pò di problemi e Button ha preso il largo. Poi, dopo il cambio di Button, per conservare il primo posto abbiamo capito che dovevo restare in pista e così abbiamo deciso di fare un’unica sosta”.

Per tutta la gara ha avuto Alonso e Button negli specchietti e, quando i due sembravano ad un soffio dal sorpasso, la bandiera rossa ha coronato la sua splendida gara: “Sono rimasto sotto pressione per circa 20 giri. Sapevo che gli ultimi sarebbero stati i più difficili, ma il nuovo incidente e la bandiera rossa mi hanno permesso di cambiare le gomme e, alla fine, ho conservato il primo posto”.

Ormail il Mondiale di Formula Uno sembra a lui destinato, per il secondo anno consecutivo, come ammette implicitamente lo stesso Fernando Alonso e nonostante siamo alla sesta gara: “Rimontare? Dovrei vincere tre gare con Vettel sempre a secco…”.

Redazione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here