F1 2011 – Red Bull si scusa con il team Ferrari per le dichiarazioni affrettate  di Helmut Marko che aveva accusato la casa di Maranello di spionaggio, riuscendo a intercettare le comunicazioni radio del muretto austriaco. Christian Horner, team manager della Red Bull Racing, appena giunto nel Principato di Monaco si affretta a dichiarare che è vero che Fernando Alonso è riuscito ad anticipare Mark Webber, ma lo ha fatto con mezzi leciti, probabilmente a causa di qualche movimento dei meccanici che ha lasciato insospettire i tecnici della Rossa. Per tale motivo Red Bull ha deciso di cambiare strategia a partire da questo Gp di Monaco, in modo da non rendere evidenti le mosse e le contromosse in gara: “Non so se qualcuno dei nostri meccanici si è messo le mani in tasca nel momento sbagliato, o magari qualcuno ha raccolto un pneumatico con qualche secondo di anticipo. In ogni caso, per questo weekend abbiamo modificato le nostre procedure, per cercare di essere meno trasparenti” ha concluso Christian Horner. Nessuna risposta, al momento, dai paddock Ferrari.

Redazione