FERRARI F1 – Archiviato il discorso contratto, Fernando Alonso mette da parte le chiacchiere da giornale e pensa al Gran Premio di Spagna oltre che al Mondiale 2011, dove, secondo lui, ancora nulla è stabilito dal momento che mai come in questa stagione il Circus è imprevedibile per via delle novità ala mobile, kers e pneumatici Pirelli. “Sento parlare di Mondiale impossibile in un contesto particolare come la Formula 1. C’è ancora tempo per recuperare, ma dobbiamo arrivare ad avere la monoposto più competitiva di tutti”, dice il driver spagnolo.

Dopo la salita sul terzo gradino del podio a Istanbul, Alonso tenterà di ripetersi e migliorarsi sul circuito di Barcellona, se non vuol perdere di vista Sebastian Vettel nella classifica piloti, staccato di ben 52 lunghezze.

“All’inizio del campionato abbiamo perso punti importanti, ma sappiamo che le cose possono cambiare rapidamente. In Turchia abbiamo fatto un passo avanti. Felipe (Massa, ndr) e io abbiamo lavorato sodo in fabbrica per migliorare la monoposto. A Montmelò speriamo di vedere altri progressi”, prosegue Alonso che ha preso parte all’inaugurazione del Ferrari Store nel centro di Barcellona.

In conclusione il messaggio del vice campione del mondo del team di Maranello è abbastanza chiaro: raggiungere Vettel non è impossibile, ma i tecnici della Rossa devono migliorare la F150° Italia, altrimenti non sarà mai possibile!

Redazione