F1 2011: Fernando Alonso risolleva il morale della Ferrari, Felipe Massa: “Novità tecniche al Gp di Barcellona”

F1 2011 – La Scuderia Ferrari Marlboro ottiene il primo podio stagionale dopo quattro gare grazie all’impresa di Fernando Alonso che ha chiuso il Gran Premio di Turchia 2011 alle spalle delle Red Bull del solito Sebastian Vettel e di Mark Webber che ha concluso così come era partito, al secondo posto. Felipe Massa finisce undicesimo dopo un buon avvio di gara che aveva lasciato sperare di piazzarsi quantomeno in zona punti. Il pilota spagnolo aveva sfiorato il podio in Malesia e Cina, ma stavolta Alonso, che stava per guadagnare il secondo posto se non fosse stato per l’usura delle gomme nel finale, non ha deluso le aspettative dei tifosi e ha premiato il duro lavoro dei tecnici di Maranello svolto nelle ultime tre settimane: “Le prossime tre o quattro gare saranno fondamentali. Al 99% non avrei potuto lottare con Vettel ma quell’1% rimanente me lo sono giocato restando dietro a Rosberg per troppo tempo: magari avrei potuto metterlo in difficoltà, costringendolo a spingere davvero. Nel finale Webber mi ha superato perché ha potuto sfruttare il vantaggio che gli dava un treno di gomme nuove mentre io non ne avevo più a disposizione. So che sembra strano doversi fermare a undici giri dalla fine ma la macchina cominciava a non stare in pista e rischiavo di rovinare tutto”.

Stefano Domenicali può finalmente regalarsi un sorriso senza però minimamente pensare di dover frenare i ritmi di lavoro, dal momento che tra due settimane si correrà il Gp di Bercellona: “Oggi siamo stati competitivi per lunghi tratti e, se Fernando non fosse rimasto qualche giro dietro a Rosberg all’inizio, avrebbe potuto mettere più pressione anche a Vettel. Non dobbiamo certo farci illusioni per questo terzo posto: la strada è ancora lunghissima e il terreno da recuperare per essere là dove vogliamo essere ancora tanto. Almeno abbiamo dimostrato di aver imboccato la strada dello sviluppo nella giusta direzione”.

Felipe Massa cerca di vedere il bicchiere mezzo pieno: “La cosa positiva di questo weekend è il miglioramento della prestazione della macchina: avevamo un po’ di carico aerodinamico in più e anche maggior velocità sui rettilinei. E’ un segnale incoraggiante ma dobbiamo andare avanti su questa direzione, introducendo nuove soluzioni già a Barcellona”.

Redazione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here