Formula 1 2011: al Gp di Turchia soliti problemi per le Ferrari, Alonso: “Ci sono team più veloci di noi”

FORMULA 1 2011 – La pioggia aveva regalato una speranza alla Ferrari, ma con il ocmparire del sole rispuntano i vecchi problemi e i sogni svaniscono. Nella seconda sessione di prove del Gp di Turchia Jenson Button è il più veloce con il tempo di 1’26”456”’ e rilancia il team McLaren come pretendente al titolo, in virtù del terzo crono ottenuto dal compagno di scuderia Lewis Hamilton. Nico Rosberg alla guida di Mercedes Gp si intromette fra i due, mentre Michael Schumacher riconferma la buona prestazione del mattino e si piazza al quarto posto.

Quinta la Red Bull di Webber, mentre Sebastian Vettel è costretto a far da spettatore dopo l’incidente avuto nella sessione mattutina. Le Ferrari sono costrette a inseguire: Felipe Massa è sesto, mentre Fernando Alonso scivola dalla prima piazza (nelle prove libere 1) all’undicesima.

Le novità aerodinamiche apportate dai tecnici di Maranello non hanno apportato miracoli e il pilota spagnolo ne è ben consapevole e cosciente: “È difficile dare già un giudizio. Penso che abbiamo fatto dei progressi ma ci sono diversi team che sono più veloci di noi. Dobbiamo cercare di fare del nostro meglio, mettere insieme la combinazione migliore fra soluzioni nuove e già usate e tirare fuori tutto il potenziale dalla vettura. La monoposto è andata bene: era a posto di mattina ed era a posto di pomeriggio”.

Anche Felipe Massa viaggia sulla stessa ‘frequenza’ e mostra calma e ottimismo: “È sempre difficile dire quanto sia grande il progresso dopo due sessioni di prove libere: bisogna aspettare le qualifiche per avere le idee più chiare.Noi stiamo lavorando molto intensamente per recuperare e credo che siamo sulla buona strada ma gli altri non stanno certamente fermi. Ad esempio, qui la Mercedes sembra aver migliorato in maniera importante, aggiunge evidenziando i progressi delle frecce d’argento, che si candidano ad un ruolo di primo piano. L’impressione è che la pista bagnata potrebbe aiutare la rincorsa del Cavallino”.

Redazione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here