Smart For Two & Sergio Floccari: l’attaccante della Lazio sceglie una macchina utile nel traffico di Roma

SERGIO FLOCCARI & SMART FOR TWO –
Alcuni calciatori, soprattutto quelli che vivono nelle città molto trafficate, scelgono macchine che possono permettergli di muoversi più agilmente nelle ore di punta. Uno di questi è l’attaccante calabrese della Lazio Sergio Floccari, che possiede una Smart For Two.

Sergio Floccari

La Smart è una macchina a due posti, che è stata lanciata per la prima volta sul mercato nel 1998. Motori a tre cilindri turbo a benzina e a diesel, il primo ha una cilindrata di 699 centimetri cubi mentre il secondo 800. Trazione anteriore e cambio automatico a sei marce che permette velocità molto interessanti. 135 km/h gli permettono di sfrecciare nel traffico con grande agilità.

Ne sono nati poi modelli innovativi, che ne hanno reinventato anche l’aspetto. Una di queste è la ForFour, a quattro posti, che era stata progettata per le famiglie ma ha segnato un grosso fallimento. Così come la versione Roadstar, che era stata pensata per i giovani. Assettata e bassa è stata troppo spesso considerata un giocattolino.

Floccari ha deciso di puntarci per vivere in una città così caotica come Roma. Nella Lazio l’attaccante ha trovato una seconda giovinezza, dopo aver girovagato in diverse realtà di provincia: Mestre, Faenza, Rimini fino al debutto in Serie A col Messina, dove Sergio mostra il suo talento. Si guadagna così la chiamata dall’Atalanta di Gigi Delneri, e grandi prestazioni anche in Serie A.

Da lì inizia la sfortunata avventura col Genoa, dove non riesce a giocare con continuità. Presto però arriva la Lazio su di lui per riportarlo di nuovo in campo. Da allora 43 presenze condite da 16 reti e una ritrovata fiducia in se stesso. Cesare Prandelli in autunno l’ha convocato facendogli respirare l’odore di Nazionale, senza però permettergli di debuttare.

Smart For Two


Floccari è un attaccante
di grande qualità, abile a giocare anche in contropiede. Un attaccante moderno in grado di giocare su tutti i fronti e di fare un buon numero di goal.

Matteo Fantozzi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here