Fabio Quagliarella: pit-stop ai box Juve con la Maserati Granturismo S

MASERATI GRANTURISMO S & FABIO QUAGLIARELLA – Fabio Quagliarella non ha passato di certo un buon 2011 finora, fermo ai box per un infortunio che l’ha costretto all’intervento chirurgico. Ha deciso di consolarsi, ora che è prossimo al rientro, con l’acquisto di una macchina importante: la Maserati Granturismo S, come riportato da TuttoSport.

A differenza della gemella Maserati Granturismo, la S ha deciso di puntare tutto sull’aspetto sportivo e dinamico escludendo ogni tipo di comfort interno. L’abitacolo infatti sembra quello di una macchina da corsa e il motore, lo stesso dell’Alfa Romeo 8C, è da capogiro. Un V8 da 4.7 litri che monta 440 cavalli vapore, questi gli permettono di sfiorare i 300 km/h e di passare da 0 a 100 in meno di cinque secondi. Velocità incredibili per una macchina esteticamente bellissima.

Un’altra particolarità della vettura è negli scarichi, tramite un pulsante è possibile azionare la versione ‘Sport’ aumentando la potenza non che il rombo già prepotente nella versione normale. L’interno nonostante non sia impostato per la comodità è di grande eleganza e presente nelle versioni in Alcantara o Poltrona Frau.

Una macchina non meno bella dei goal a cui ci ha abitutato Fabio Quagliarella. Il giocatore della Juventus è solito a prodezze balistiche e l’ha dimostrato anche in maglia bianconera dove è arrivato dopo un clamoroso divorzio con il ‘suo’ Napoli’. Il fatto non è stato molto gradito dai tifosi, che non hanno apprezzato la partenza verso il nord di un ragazzo partenopeo. Per lui un grande passato tra Sampdoria e Udinese, ma anche Torino, e tanti goal meravigliosi. Gli sono valsi la chiamata in bianconero, dove in uno scampolo di stagione ha realizzato 9 goal, di cui si ricorda soprattutto quello bellissimo di testa contro il Milan a San Siro.

Ora è fermo ai box per la rottura del legamento anteriore del ginocchio destro, rimediato nella partita di gennaio contro il Parma. Il suo rientro è rapido e positivo, e il ragazzo ha già dichiarato di voler far di tutto per ripresentarsi in campo prima della fine del campionato. Per lui grandi emozioni anche con la maglia della Nazionale, dove al Mondiale 2010 in Sudafrica è stato convocato. Tanta panchina e poi quei dieci minuti con la Slovacchia, dove un assist, un goal fantasma e un goal stupendo a cucchiaio hanno illuso per un attimo gli italiani di poter andare agli ottavi di finale.

Matteo Fantozzi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here