F1 2011 – Secondo Flavio Briatore il destino del Mondiale di Formula Uno 2011 è già segnato. La vittoria, secondo il patron del ‘Billionaire‘, è assicurata alla scuderia Red Bull che quest’anno risultano invincibili, sia nel campionato piloti che in quello dei costruttori. La Toro Rossa vincerà, secondo la ‘chiaroveggenza’ del mecenate, il campionato ancor prima del mese di agosto, spegnendo così i sogni di ferraristi e tifosi della McLaren.

I Gran Premi di Australia, Malesia e Cina hanno dato delle indicazioni nette: “In questo momento ci sono due team che fanno la differenza, Red Bull e McLaren, la Mercedes sta recuperando e la Ferrari sta attraversando un momento difficile e bisogna trovare delle soluzioni”. Secondo Flavio Briatore, in particolare, “il problema è aerodinamico, quando c’è una macchina non competitiva che si facciano due o tre pit stop i risultati non cambiano. Devono trovare una soluzione e non è facile a inizio campionato, quando parti dietro gli altri e cerchi di recuperare. Il contributo di Alonso? Il pilota è importante ma la macchina lo è ancora di più. Se un pilota competitivo ha una macchina competitiva, fa la differenza ma Fernando non la può fare perché il problema della Ferrari è la macchina. Mark Webber, con una macchina che funzionava, da 18esimo è arrivato terzo e con due giri in più poteva finire secondo. Alonso non può fare queste cose perché la macchina non glielo permette”.

L’ex boss della Renault per la Ferrari prevede, nella miglior ipotesi, un terzo posto. Ammesso che si riesca a colmare le profonde lacune…

Redazione