F1 Ferrari 2011: a Maranello galleria del vento difettata, a Istanbul F150° Italia sarà più veloce

F1 FERRARI 2011– Grande confusione e panico nei box Ferrari, dove nonostante le tanto acclamate innovazioni aerodinamiche e la nuova ala anteriore utilizzata sul circuito di Shanghai non hanno portato nessun vantaggio alle monoposto di Massa e Alonso. Vuoi per scelte strategiche errate, vuoi per il grande interrogativo delle gomme Pirelli soft o hard, vuoi per l’ennesima partenza errata di Fernando Alonso, ma una cosa è certa: la Ferrari è in apnea e sfiora una crisi respiratoria che potrebbe costarle cara nel giro di un mese. Nella classifica piloti Vettel ha preso quasi il largo, ma per fortuna la McLaren di Hamilton lo ha costretto ad una frenata inaspettata che ha dato un po’ di fiato agli inseguitori, prima che il campione tedesco creasse il vuoto dietro di lui.

E dinanzi alla terza delusione stagionale iniziano ad affiorare gli errori del team di Stefano Domenicali, come quello riguardante la galleria del vento risultata starata e dove tecnici e ingegneri di Maranello hanno lavorato un intero inverno. A spiegarlo è stato proprio Domenicali: “Stiamo completando la fase analitica e da quello che ci sembra di capire ci sono stati dei problemi tecnici, con la galleria del vento, nel passaggio dalla scala da 1:50 a 1:60 e negli aggiornamenti di altri dispositivi”.

Come sia potuto succedere e come mai ci siano voluti due mesi per rendersi conto del malfunzionamento è un altro discorso, che però prima o poi dovrà essere affrontato. «Adesso – continua Stefano Domenicali – dobbiamo passare alla fase costruttiva. Stiamo correndo ai ripari, penso che abbiamo individuato la strada giusta e che già da Istanbul vedremo degli importanti passi in avanti. Non dico che mi aspetto di superare McLaren e Red Bull, per carità, ma di avvicinarmi a loro sì”.

Redazione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here