Formula1 2011: Ferrari lavora su aerodinamica in vista del Gp della Cina

FORMULA1 2011 – Nonostante il ritardo di qualche secondo al pit-stop Felipe Massa riesce a rosicare un quinto posto al Gran Premio di Malesia 2011 davanti al compagno di scuderia Fernando Alonso. Prossimo appuntamento sarà il Gp della Cina dove le Ferrari dovranno migliorare innanzitutto il posizionamento sulla griglia di partenza.

“Sicuramente dobbiamo migliorare la macchina ma è altrettanto vero che il passo in gara è ben diverso dalla prestazione in qualifica. Ciò è positivo ma sappiamo che la posizione in griglia è comunque molto importante quindi dobbiamo crescere su questo fronte”, dice il pilota brasiliano.

“Per quanto riguarda la mia gara, è stato un peccato aver perso dei secondi preziosi in occasione del primo pit-stop: senza quel problema, avrei potuto lottare per il podio. Con le gomme morbide il mio ritmo era molto buono, meno con le dure, tanto è vero che Webber, che pure aveva fatto una sosta in più, è riuscito a passarmi”.

Gara compromessa dalla sorte anche per Fernando Alonso che, se non fosse stato per il tamponamento a Lewis Hamilton, avrebbe potuto lottare per il terzo posto: “Sono partito abbastanza bene – racconta lo spagnolo – ho lottato ruota a ruota con la Red Bull di Webber. Le due Renault molto aggressive sono passate all’esterno e hanno fatto un po’ da tappo, mentre noi abbiamo perso qualche posizione. La strategia prevedeva tre soste, ma con l’alettone rotto mi sono dovuto fermare per la quarta volta”.

Fernando Alonso e’ stato punito con una penalita’ di 20” per essere entrato in collisione con la McLaren di Lewis Hamilton in fase di sorpasso a dieci giri dalla fine del Gp della Malaysia. La penalita’ inflitta allo spagnolo che ha chiuso la gara sesto non gli fara’ perdere posizioni nell’ordine d’arrivo. Stessa penalita’ per Hamilton per aver zigzagato in pista al fine di impedire ad Alonso di superarlo a dodici giri dalla fine della corsa: il pilota inglese perde una posizione e chiude ottavo.

Il responsabile tecnico di Maranello, Stefano Domenicali, scontento dei primi due risultati promette repentine soluzioni, magari già ad iniziare dal prossimo appuntamento a Shanghai, il 17 aprile 2011, con miglioramenti in fase di lavoro d’analisi sull’aerodinamica

Redazione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here