MotoGp 2011: gomme Bridgestone sui 40° del circuito di Jerez de la Frontera, confermate le mescole del Qatar

MOTOGP 2011 – Il Motomondiale 2011 è sbarcato a Jerez de laFrontera, in Spagna, con un mese di anticipo rispetto ai precedenti mondiali, a causa delle elevate temperature che si sfiorano in terra iberica (temperatura prevista intorno ai 35°).

Lo scorso anno il rendimento dei pneumatici Bridgestone slick è stato buono e ha permesso a Dani Pedrosa (Honda Repsol) di stabilire il nuovo giro record: per questo motivo le mescole utilizzate nella scorsa edizione sono state confermate anche quest’anno. La Casa giapponese porterà quindi per l’anteriore la tipologia di pneumatici con mescola media e dura, mentre per il posteriore sono state selezionate la mescola soft e media.

Il tracciato di Jerez con le sue tredici curve, di cui otto a destra e cinque a sinistra, presenta una configurazione bilanciata e sia la spalla destra sia quella sinistra dei pneumatici sono equamente utilizzate. Molti sono i tratti della pista che favoriscono i sorpassi. I saltellamenti dovuti alle ondulazioni dell’asfalto richiedono moto maneggevoli e ben bilanciate, stabili in frenata per attaccare nelle curve più veloci.

Quindi la stessa mescola utilizzata due settimane fa in Qatar sarà un’altra volta a disposizione per il circuito di Jerez, sebbene nel paese del Golfo la temperatura non superò i 22 gradi centigradi.

“Jerez è un circuito molto tecnico e interessante per i test e presenta una configurazione con diverse tipologie di curve. Il tracciato richiede una tipologia di pneumatico con carattere molto ben bilanciato in grado di garantire un buon handling, passando da una velocità ridotta ad una sostenuta e da curve piatte a tratti sopraelevati” ha dichiarato Hirohide Hamashima, Responsabile Sviluppo Bridgestone Motorsport.

Redazione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here