La consegna della Fiat 500 numero "Dieci" a Del Piero

DEL PIERO E LA FIAT 500

– La Fiat nel 2007 ha deciso di tornare a produrre una delle macchine che ha fatto la sua storia: la 500. La casa automobilistica di Torino ne ha regalata una, la numero dieci, all’uomo che rappresenta la città della Mole a livello calcistico: Alessandro Del Piero.

Il capitano della Juventus è uno dei calciatori più amati del nostro calcio, soprattutto per le sue doti umane oltre che per quelle tecniche. Piace la sua voglia di mettere il cuore e il carattere in campo, anche se spesso le traiettorie inventate dai suoi piedi hanno stupito tutte le platee, anche quelle internazionali. Il sigillo sull’ultima Coppa Campioni della squadra bianconera, nel 1996, porta il marchio del così detto “Goal alla Del Piero”: finta sul sinistro, rientra sul destro al limite esterno dell’area di rigore e tiro a giro sul secondo palo.

Del Piero ha accettato con onore questa macchina storica, diventando un vero e proprio testimonial. La 500, nonostante l’aspetto da utilitaria è una macchina grintosa che può arrivare a un massimo di 1.300 di cilindrata. Nata nel 2009 la versione 1.3 Multijet ha 16 valvole e monta un motore diesel a 4 cilindri in linea. I 70 cavalli vapore garantiscono una velocità incredibile che arriva fa toccare i 190 km/h e raggiunge da 0 a 100 in 10,7 secondi. Un consumo medio di 25 km con un litro ne fanno una macchina adatta a tutte le classi di utilizzatori.

Una macchina incredibile per un giocatore fantastico. Difficile che un tifoso di un’altra squadra possa mal sopportare Alessandro Del Piero. Spesso il capitano bianconero ha dimostrato in campo di essere una persona educata e molto leale. La sportività è stata sempre uno dei suoi cardini anche se le tante ombre del doping l’hanno spesso messo sul banco degli imputati. Una crescita fisica indicata da Zeman come sospetta, ma smentita dai processi sportivi. Processi che hanno mandato in Serie B la sua Juventus, ma che non l’hanno allontanato da quell’ambiente. Anche nel campionato cadetto la stessa voglia e la stessa dedizione che l’hanno portato a vincere la classifica dei capocannonieri. L’anno dopo la voglia di rivincita l’ha portato a vincere quella della Serie A, staccando di una lunghezza il compagno di una vita David Trezeguet. Sono solo alcuni dei suoi record, che l’hanno portato a essere il giocatore della Juventus con più presenze e più reti in carriera.

Per lui ci voleva una macchina del genere, con un 10 stampato sulla fiancata. Una macchina che ha segnato la storia dell’Italia fin da quando nel 1936 una sua antenata, la Fiat 500 Topolino, usciva dai laboratori della Fiat.

Matteo Fantozzi