Auto dei Vip: Buffon e la Seredova amano la famiglia e scelgono una Lancia Musa

 

Lancia Musa
Gianluigi Buffon

BUFFON E LA LANCIA MUSA

– Non tutti i calciatori hanno la mania per le auto sportive, c’è chi alla fine in città preferisce muoversi su macchine adatte alla famiglia. E’ questa la scelta fatta da Gigi Buffon, che tra le sue tante autovetture spesso preferisce usare una Lancia Musa viola-beige.

Il portiere della Juventus è un fenomeno di praticità, così in campo e sulla strada.
In porta viene considerato l’interprete migliore al mondo nel suo ruolo, anche se tanti infortuni nelle ultime due stagioni ne hanno minato anche l’efficacia nelle prestazioni. Buffon è un portiere molto reattivo e pronto all’intervento senza aver paura, è per questo che è ammirato in tutto il mondo. Certo le grandi prestazioni anche internazionali hanno da sempre influito sul suo giudizio. Gigi è un portiere in grado di non sbagliare mai quando conta, è così che si è rivelato fondamentale nella vittoria del Mondiale 2006 da parte degli azzurri. La Champions League l’ha sfiorata nel 2003, quando comunque nella finale di Manchester contro il Milan è risultato tra i migliori in campo.

La macchina che predilige è un gioiellino di praticità. Una monovolume ma molto reattiva, che viene proposta in otto allestimenti diversi. Le dimensioni la fanno comunque apparire piuttosto compatta, infatti ai 4 metri di lunghezza corrispondono i contenuti 1,70 metri di larghezza e 1,66 di altezza. Un cambio automatico robotizzato denominato DFN, dolce far niente, a cinque rapporti che l’ha fatta classificare tra le macchine più comode da guidare. La cilindrata della versione più ruggente corrisponde a quasi 2.000 cm cubi, con la possibilità di arrivare fino a 180 km/h e capace di arrivare da 0 a 100 in 11,5 secondi. La Musa è una delle monovolume più amate di sempre, e la più venduta in Italia dal 2006 al 2009.
Buffon ha scelto di guardare prima alla sua famiglia che alle mania di possedere macchine lussuose. Una scelta che gli fa onore come quella che prese nel 2006, quando decise di seguire la Juventus in Serie B. Da quel momento è diventato un vero e proprio idolo per i tifosi bianconeri, che l’hanno sostenuto sempre anche per quella difficile scelta “sportiva” fatta 5 anni fa.

Matteo Fantozzi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here