La tragedia in Giappone blocca anche l’industria dell’auto


TERREMOTO GIAPPONE CASE AUTOMOBILISTICHE / TOKYO (Giappone) – Una tragedia senza fine. Una delle più grandi calamità naturale che il mondo ricordi porta via con sè buona parte della storia di un Paese che negli ultimi anni aveva vissuto un periodo di grande prosperità economica. Gli enormi sconvolgimenti che stanno coinvolgendo tutti i campi, non risparmiando l’area relativa alle case automobilistiche.

E’ notizia di oggi la decisione della Honda: blocco della produzione fino al 20 marzo, con il fermo agli impianti di Ogawa, Tochigi, Hammamatsu, Suzuka, Kumamoto e Saitama. Stop anche per lo stabilimento di Tochigi, connesso anche ad altre attività dell’azienda, è situato in una delle zone del Giappone dove i danni sono stati maggiori.

La più grande casa automobilistica del pianeta ha inoltrato una somma di denaro pari a 300.000 yen per le operazioni di prima necessità e 1000 generatori e bombole a gas per uso domestico.

Blocco fino a mercoledì anche per Nissan, Toyota e Subaru. Un dramma economico che allarma seriamente il governo nipponico, già dilaniato dal dolore dell’immane tragedia per le numerevoli vite perse.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here