Auto dei Vip: Samuel Eto’o e il Suv dell’Hummer, un amore a prima vista

Il Suv dell'Hummer
Samuel Eto'o

SAMUEL ETO’O E L’HUMMER

– A volte la ricchezza porta i calciatori a circondarsi di auto lussuose e accessori costosissimi. Uno di questi è Samuel Eto’o di cui si narrano leggende incredibili, come quella che possiederebbe ben 400 cellulari. Anche con le macchine non scherza, essendo arrivato a quota diciassette, tanto da affermare: “Non so più dove metterle”.

Tra Ferrari e Bentley spunta però una macchina atipica per un velocista, l’Hummer. Un marchio che contraddistingue grossi veicoli fuoristrada e Suv di Made Usa. Il nome è nato nel 1992, quando Am General decise di produrre una versione civile di un veicolo dell’esercito militare americano: l’H1. Sette anni dopo il marchio è passato alla General Motors, anche se la produzione è rimasta ai vecchi proprietari.

Una macchina imponente per un giocatore velocissimo. Samuel Eto’o è infatti considerato uno dei giocatori più veloci del mondo e, forse, il più veloce della Serie A. Ormai gioca da due stagioni all’Inter, da quando è stato inserito in un clamoroso scambio con il Barcellona nell’affare Ibrahimovic. Il camerunense ha avuto un impatto non entusiasmante con il campionato italiano, anche se è riuscito a vincere il Triplete. Mourinho ha deciso di sfruttarlo sulla corsia esterna, per evitare sovrapposizioni con il Principe Milito, ed Eto’o ha quindi segnato molto di meno rispetto al suo solito. Quest’anno invece con Benitez prima e Leonardo poi ha agito da punta centrale diventando devastante.
Come la sua Hummer, un fuoristrada che abbina velocità alla potenza. L’H2, la versione Suv, è capace di raggiungere una velocità di 180 Km/h nonostante la grandissima massa e di passare da 0 a 100 in 10,2 secondi. Un motore esplosivo che prevede una capacità di 393 cavalli vapore e 293 Kw.

Una macchina per un grande campione, che nella sua carriera è stato in cima ad ogni palcoscenico. Col Barcellona si è preso una rivincita contro il Real Madrid, che l’aveva preso da giovanissimo ma che non aveva creduto in lui.

Affidabilità e prestazioni è quello che assicurano un grande giocatore e un automobile da sogno.

Matteo Fantozzi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here