Auto dei Vip: Fantantonio Cassano e la Ferrari 612 Scaglietti. Da Bari Vecchia a Maranello

Ferrari 612 Scaglietti
Antonio Cassano

Genio e sregolatezza, questa da sempre è la frase che ha accompagnato la vita e carriera di Antonio Cassano. Da quando a 18 anni segnava un goal tanto bello, e importante, in una partita contro l’Inter che non nessuno riuscirà mai a dimenticare.

Un fuoriclasse come lui non poteva “accontentarsi” di una semplice auto, per questo motivo nel suo parco macchine alberga una Ferrari 612 Scaglietti  (anche Totti ama le macchine di Maranello), di colore rosa/fucsia. Eccentricità che da sempre ha caratterizzato i grandi campioni.

Ne ha macinati di chilometri sui campi in tutti questi anni Fantantonio. Il fantasista è prima passato da Bari Vecchia a Roma, per arrivare fino a Madrid e Genova per poi lasciarsi vestire di rossonero dal Milan. Il talentino ha sempre dimostrato in campo le sue qualità senza però riuscire mai a eccellere nella disciplina. Problemi con gli allenatori fin dai tempi di Fabio Capello nella capitale. Liti a Madrid sempre col tecnico friulano, fino all’amore sbocciato con la Sampdoria, e rovinato da una delle solite “cassanate” con il Presidente Garrone.

Cassano è fatto così, o lo si odia o lo si ama. Per un uomo eccentrico una macchina che lo è altrettanto. La Ferrari 612 Scaglietti è una coupé immatricolata come una 2+2 posti e ha rilevato la pesante eredità della Ferrari 465M. Il motore rappresenta una garanzia, con una cilindrata pari a 5748,36 e a valvole da 12 cilindri. La potenza di 540 cavali le consente di raggiungere una velocità impressionante che sfiora i 320 km/h con una accelerazione da 0 a 100 in 4,2 secondi. Una delle sue caratteristiche stupefacenti è il serbatoio che arriva a contenere 110 litri di carburante.

Antonio Cassano è un giocatore eclettico, in grado di giocare con entrambi i piedi con grande semplicità. Un attaccante che da il meglio di se lontano dall’area, facendo impazzire i difensori avversari con la sua velocità di manovra e il suo cambio di passo.

Proprio come la sua autovettura, capace di far “mangiare la polvere” a tutte le sue “dirette” avversarie.

Matteo Fantozzi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here