Formula Uno 2011: Vettel e Webber contenti di restare in Red Bull, ma resta il sogno Ferrari

FORMULA UNO 2011 – Dopo le voci che davano quasi per certo un passaggio di Sebastian Vettel alla Ferrari nel 2012, i piloti Red Bull mettono fine al ‘gossip’ della Formula Uno, respingendo ogni invito della casa di Maranello.

Il campione del mondo ha gettato acqua sul fuoco sulle dichiarazioni dei mass media: “Mi è stato chiesto cosa sarei stato disposto a fare se per qualche motivo non potessi più correre per la Red Bull“, ha spiegato Vettel. “Così ho semplicemente detto che potrei anche pagare Alonso per convincerlo ad andare un anno in vacanza e cedermi il suo sedile alla Ferrari, visto che al momento mi sembra la vettura più avanti nello sviluppo. Per questo sarebbe la mia prima scelta”.

Chi invece ha già deciso che non tradirà mai la sua squadra è Mark Webber, compagno di squadra di Vettel, il quale di anni ne ha undici in più del suo compagno-rivale di scuderia, e bazzica nel Circus da ben nove stagioni. Il 2010 è stato l’unico anno in cui si è distinto nella battaglia per il titolo mondiale. Per questo il trentaquattrenne pilota australiano non ha intenzione di abbandonare la sua squadra, ma ha anzi dichiarato di recente di voler concludere la sua carriera proprio al volante della Red Bull, seppur tra qualche anno.

Spero che nel mio futuro ci sia solo la Red Bull“, ha fatto sapere Webber a F1 Racing. “Voglio continuare a correre nelle prime file – come vorrebbe ogni pilota del resto. Guidare per la Red Bull è gratificante e divertente allo stesso tempo. È normale che ogni tanto si abbiano i nervi poco saldi, ma chi sulla pit lane potrebbe dire di essere sempre tranquillo? Del resto è questo che ti porta ad essere un concorrente ed è ciò che ti fa divertire”.

E nonostante alcuni dissapori in passato con il team austriaco, “colpevole”, secondo Webber, di favorire e coccolare maggiormente il giovane Vettel, il pilota australiano si è detto molto contento della sua attuale posizione. Ma se l’alternativa fosse la Ferrari? “Guidare per quelle rosse è sempre stata un’attrazione molto romantica…”.

Redazione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here