SALONE DI GINEVRA 2011 – Non c’è che dire: ancora una volta la casa automobilistica torinese più famosa d’Italia (cosa che anni addietro avveniva ormai molto raramente) ha stupito tutti. Al Salone di Ginevra 2011 infatti è finalmente arrivata un’ospite attesa e desiderata, l’inedita Fiat 500 coupè Zagato, mata dalla collaborazione tra lo stesso Zagato, una delle firme più note del design automobilistico mondiale, e il Centro Stile di Fiat Group Automobiles. Le caratteristiche esteriori di questa concept car sono decisamente all’avanguardia e, traggono ispirazione dalla omonima progenitrice nata alla fine degli anni ’50. I tratti che la contraddistinguono sono le linee sinuose ma al tempo stesso sportive, con un’impronta molto aggressiva.

La vera “firma” di Zagato su questa automobile è la particolare forma del tetto a “doppia gobba”, che coniuga la necessità di abbassare il corpo vettura con il mantenimento di un’abitabilità ottimale.

Questa concept derivata dalla “anziana” 500 propone la formula 2+2 e conserva le dimensioni contenute del modello di base: infatti, è lunga 3 metri e 55, larga 1 metro e 63 e alta 1 metro e 49. Un’auto compatta, dunque, che nasconde sotto il cofano il rivoluzionario motore TwinAir in versione 105 Cv che esalta il divertimento di guida assicurando, in perfetta coerenza con la filosofia del downsizing, ottime performance a fronte di una sensibile riduzione dei consumi ed emissioni. Per raggiungere questo obiettivo il propulsore adotta uno specifico turbomatching (accoppiamento motore-turbocompressore). Il TwinAir da 105 Cv, finora non ancora impiegato su alcun modello del Gruppo, è il motore ideale per equipaggiare vetture sportive di dimensioni compatte e assicura un’elevata coppia erogata (155 Nm) e il primato in termini di potenza (105 Cv a 5500 giri) per un’unità di questa cilindrata. Il tutto a fronte di consumi ridotti e livelli di emissione di CO2 senza eguali nel segmento: 95 g/km.

In sintonia con il suo carattere sportivo 500 Coupé Zagato presenta un abitacolo con personalizzazione specifica ed elementi esterni in cromo brunito, mentre all’esterno spiccano i dischi freni forati, pneumatici 205/40 R17 con in lega da 17 pollici con finitura “chrome shadow”.

L. C.