BIG BLU 2011 – Si è tenuto ieri al Big Blu, il salone della nautica e del mare che si sta svolgendo alla Nuova Fiera di Roma, il convegno sul progetto didattico “VelaScuola” realizzato dalla FIV e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

“Velascuola” ha lo scopo di diffondere lo sport della vela, la cultura del mare e delle sue regole per poterlo affrontare e vivere nel pieno rispetto dell’ambiente.

All’incontro, coordinato dal Presidente della IV Zona FIV Alessandro Mei hanno partecipato la dottoressa Giulia Serenelli della Direzione Generale del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il professor Antonino Mancuso dell’Ufficio Scolastico Regionale del Lazio, Alessandro Palazzotti Presidente del Coni Lazio, i Consiglieri Fiv Francesco Ettorre e Rodolfo Bergamaschi, responsabile Fiv per l’attività paralimpica .

Nel corso del convegno sono stati illustrati i risultati ottenuti dal Velascuola sia in campo nazionali che regionale con particolare riferimento al Lazio-IV Zona FIV, relativi al 2010 ed è stato presentato il programma per il 2011.

“Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti – ha detto Alessandro Mei, Presidente della IV Zona Fiv – Il dato nazionale ha toccato gli 11.840 tesserati Velascuola con un incremento del 91% rispetto al 2009. A livello regionale si è passati dai 1109 dell’anno scorso agli attuali 2676 con un aumento pari al 141%.”

“Un altro aspetto importante – ha aggiunto Francesco Ettorre, Consigliere Fiv – è quello relativo al passaggio dal tesseramento “Velascuola” al tesseramento ordinario. Infatti, la riuscita del progetto è sottolineata da un altro dato estrapolato dall’analisi: il 10% dei ragazzi che hanno preso parte al “VelaScuola” hanno poi proseguito l’attività sportiva.”

Oltre ai dati riepilogativi sull’attività 2010 sono stati illustrati anche i tre progetti realizzati nel Lazio dai circoli Associazione Nautica Campo di Mare, Circolo della Vela di Roma e il Circolo Velico Ventotene. L’incontro è proseguito con la presentazione delle finalità del progetto, la sua struttura e le modalità di adesione.

In particolare la dottoressa Serenelli ha presentato una nuova iniziativa legata alla Carta dello Studente “Io Studio”. Il Ministero sta attualmente distribuendo 4 milioni di carte nominative destinate agli studenti delle scuole medie superiori italiane. Grazie agli accordi siglati dal Ministero con un gruppo di partner, tra cui c’è anche la FIV, la card garantisce ai ragazzi di avere una serie di agevolazioni. L’accordo con la Federazione Italiana Vela prevede una convenzione che permette ai ragazzi di iscriversi a un corso di vela con uno sconto del 15%.

“Questo accordo è molto importante per la FIV – ha commentato Ettorre – perché oltre a dare la possibilità ai giovani di prendere parte a un corso a prezzo ridotto, ci permette di raggiungere una fascia di ragazzi tra i 14 e i 17 anni che normalmente non frequenta corsi di vela. Inoltre tutti i circoli che aderiranno all’iniziativa saranno inseriti nel sito del Ministero attraverso il quale i ragazzi potranno scegliere il club dove frequentare il corso.”

Il professor Mancuso ha esposto le attività rivolte agli studenti del Lazio raccontando il progetto ideato in collaborazione con la Fiv, una giornata promozionale dello sport durante la quale gli studenti potranno praticare diverse discipline sportive.

Rodolfo Bergamaschi, Consigliere Fiv e coordinatore federale per le attività paralimpiche, ha sottolineato il ruolo sociale che riveste il progetto VelaScuola per l’integrazione dei normodotati e i disabili.

Sempre nell’ambito della promozione dello sport velico, è sicuramente da segnalare il successo dell’iniziativa promossa da FIV e Pelagos in occasione del Big Blu. Sono stati circa 2000 gli studenti di Roma e Lazio che hanno partecipato ai percorsi didattici, organizzati all’interno del salone romano, per apprendere nozioni sulla biologia marina, l’ecosostenibilità, le energie rinnovabili e le tecniche costruttive di una barca a vela.

Fiv