CONDIVIDI

FORMULA 1 РFernando Alonso è tra gli osservati speciali delle Finali Mondiali della Ferrari che, non a caso, si tengono per il secondo anno consecutivo sul circuito spagnolo Ricardo Tormo di Valencia. L’asso di Oviedo non si risparmia e ribadisce di essere fermamente convinto della non colpevolezza della squadra nella sciagurata strategia di Abu Dhabi. Piuttosto, Alonso sa che l’unico modo per mettersi definitivamente alle spalle la delusione è quello di tornare il prima possibile al volante…

FERNANDO ALONSO. “Sono orgoglioso di quello che ha saputo fare la Scuderia in questa stagione. In un anno in cui non avevamo la macchina migliore siamo riusciti ad arrivare all’ultima gara con una grande possibilità di vincere il titolo dopo una bellissima rimonta – così risponde Alonso ai giornalisti che gli chiedono l’ennesimo commento sull’epilogo della stagione 2010 in quel di Abu Dhabi – In una gara come l’ultima tutto può succedere, questo è lo sport, non è matematica pura”, aggiunge lo spagnolo. Secondo Alonso c’è da ricordare soprattutto la capacità mostrata dal Cavallino di recuperare il terreno rispetto ai rivali:“Il recupero che abbiamo fatto da metà stagione in avanti, il modo in cui abbiamo lavorato tutti insieme, uniti come mai, è stato molto più importante. Ci sono state gare in cui abbiamo perso dei punti così come ci sono state altre in cui gli altri ne hanno persi di più, altrimenti avrebbero vinto molto prima”, ha osservato.

FERRARI. Il 2011 della Rossa è in buone mani. Anche quello di Alonso:“La squadra è stata molto dispiaciuta per l’opportunità persa ma la grandezza della Ferrari è che non va in depressione per un errore, semmai reagisce per essere ancora più determinati l’anno successivo”, spiega l’asturiano. “Personalmente ho tanta voglia di ricominciare”, ha aggiunto il vicecampione del mondo 2010. Secondo il leader del box del Cavallino nel 2011 ci saranno 4 squadre a lottare per il titolo: oltre alla Ferrari, cita Mercedes, McLaren e Red Bull ai massimi livelli. “Il mio primo anno in Ferrari è stato molto bello, con tante soddisfazioni – ha concluso РSe penso che all’inizio non conoscevo i nomi di tutti i meccanici posso dire che l’inizio del prossimo campionato sarà sicuramente più semplice. Siamo orgogliosi di quello che abbiamo fatto e, allo stesso tempo, consapevoli che dobbiamo migliorare.”

Derapate.it