CONDIVIDI

AUTO IN CINA РEntro il 2010, secondo una ricerca condotta dall’istituto JD Power, il mercato cinese immatricolerà 18 milioni di autovetture con un aumento del 30% rispetto al 2009 Рgià in crescita del 50% con riferimento al 2008. Nel solo mese di ottobre oltre 1.5 milioni di cittadini hanno deciso di acquistare o rimpiazzare una macchina, grossomodo quanto i “colleghi” italiani nel periodo gennaio-ottobre.

Secondo gli analisti dell’agenzia americana l’exploit è propiziato dagli incentivi statali concessi per l’acquisto di vetture con cilindrata inferiore a 1.600cc. A partire da gennaio 2009 il governo di Pechino ha infatti concesso un sostegno finanziario pari al 10% del prezzo d’acquisto, poi ridotto al 5% e da inizio 2010 “stabilizzato” al 7.5%. L’analista finanziario John Zeng prevede che nel 2011 si registrerà un aumento più contenuto, pari al 10.5%.

Ricordiamo che la Cina presenta un problema da guinness dei primati in quanto a traffico e ingorghi. Nell’ultima settimana di agosto 2010 si registr√≤ una coda di traffico-record di oltre 100km, da cui gli automobilisti ne sono usciti dopo giorni di attesa…

l.c.