Red Bull: “Basta regali alla Ferrari. Ad Abu Dhabi per vincere”

Webber e Horner

RED BULL РMesso in tasca il titolo Costruttori con l’uno-due al Gran Premio del Brasile, la Red Bull punta su quello piloti. Mark Webber insegue Fernando Alonso a 8 punti; Sebastian Vettel a 15, quando da assegnare nell’ultima sfida stagionale, la finalissima di Abu Dhabi, ne restano soltanto 25. “Scambiare le posizioni tra i nostri piloti non fa parte dei nostri comportamenti”, ha ripetuto a Interlagos Christian Horner, responsabile del team anglo-austriaco. Ma ha poi aggiunto: “Abbiamo già fatto troppi regali alla Ferrari”.

√à dunque evidente che al Gran Premio di Abu Dhabi la Red Bull dovr√† escogitare ‚Äúqualcosa‚Äù per favorire uno dei suoi due piloti: a Fernando Alonso baster√† infatti un secondo posto, indipendentemente da chi sar√† il vincitore, per conquistare il titolo di campione del mondo. A rischiare √® perci√≤ la Red Bull, non la Ferrari, come capita quasi sempre a chi √® costretto a inseguire. Helmut Marko, ex pilota austriaco e oggi braccio destro del proprietario della scuderia, ma anche protettore di Vettel, sulla questione ha semplicemente detto: “Vinto il Mondiale dei costruttori, dobbiamo concentrarci su quello piloti. A Mark a Sebastian ricorderemo loro che giocano in una squadra”.

Vincere il campionato riservato ai costruttori è certamente un risultato di grande prestigio – battere marchi quali Ferrari, McLaren, Mercedes vale tantissimo – ma quello che conta è la medaglia d’oro nella sfida dei piloti. Dovesse fallire su quel fronte malgrado gli 8 successi stagionali messi a segno fino al GP del Brasile ¬ 4 con Vettel, altrettanti con Webber – per la Red Bull sarebbe uno smacco insopportabile. E a farne le spese – vedi posto di lavoro – potrebbe essere proprio Christian Horner.

Auto.it



Altre Notizie