Beta Enduro 350 4T, novit√† moto all’EICMA di Milano

BETA ENDURO 350 – La Casa fiorentina stupisce all’EICMA di Milano, presentando una bella enduro di 350 cc. Una cilindrata che coniuga un ottimo valore di potenza massima con una grande trattabilit√† ai bassi regimi.
Stefano Soldani (responsabile marketing Beta) dichiara che ¬´la moto ha una grande maneggevolezza, a livello dei migliori 250 4 tempi, ma ha anche un’ottima affidabilit√†. Una caratteristica tipica dei motori pi√π grandi, che ci ha anche permesso di allungare, e di molto, gli intervalli di manutenzione della nostra 350¬ª.

Caratteristiche tecniche
• Potenza ad ampio campo d’utilizzo unita ad un eccellente picco di potenza massima
• Grande maneggevolezza e comportamento dinamico simili nel comportamento ad un 250 4T
• Notevole potenza ai bassi per un piccola cilindrata, senza l’irruenza delle cilindrate più grandi
• Potenza facile da sfruttare e di grande piacevolezza unita ad un’elevata trazione per i terreni più difficili
• Grande precisione ed efficacia in curva


• Carter motore / Coperchi:

o Carter motore con spessori maggiorati nelle zone di maggior stress allo scopo di incrementare la rigidità
o Coperchi in lega di magnesio dotati di spessori maggiorati nelle zone esposte per contrapporre la massima resistenza ai possibili shock in condizioni di guida estrema.


• Albero motore / Pistone

o Alesaggio 88 mm / Corsa 57,4 mm
o Albero motore di dimensioni compatte con masse in movimento ridotte al minimo per incrementare la maneggevolezza
o Pistone forgiato, con massa ridotta al minimo.
o Pistone con cielo bombato per maggiore compattezza della camera di combustione


• Testata

o 4 valvole in titanio DOHC
o Bilancieri a dito con trattamento superficiale DLC (tecnologia utilizzata in MotoGP e F1) per ridurre le masse in movimento ed accrescere la rigidità
o Il sistema distribuzione di elevata leggerezza garantisce un funzionamento stabile delle valvole fino a 13.000 giri/minuto
o Angolo fra le valvole molto stretto (9°/11°) ha consentito di ottimizzare la geometria della camera di combustione
• Cambio
o Cambio a 6 velocità con disegno compatto e rapporti ravvicinati
o Realizzazione di tutti i componenti (alberi e ingranaggi) con acciaio speciale, caratterizzato da elevatissima resistenza e purezza metallurgica.


• Frizione
o Frizione a dischi multipli in bagno d’olio dotata di comando idraulico

• Lubrificazione
o Circuiti olio separati: uno per la parte termica/imbiellaggio (albero motore, pistone, testa) ed uno dedicato a cambio e frizione.
o Elevate capacità dei circuiti olio (1,6 litri)

Moto.it



Altre Notizie