Nuova Peugeot 5008, la monovolume francese supertecnologica

Ma come è piacevole viaggiare con la Peugeot 5008! Anzi comodo. Anzi rilassante. Abbiamo potuto constatarlo nella nostra prova su strada da Milano a Sochaux, passando attraverso la Svizzera. La monovolume del Leone di Francia regala particolari sensazioni lungo un percorso di oltre quattrocento chilometri che termina nella cittadina (ormai storica) dove è iniziata – nel 1810 Рl’avventura commerciale targata Peugeot: la lunga marcia non pesa, non stanca, chi viaggia nei sedili posteriori addirittura si diverte gustandosi un film proiettato tramite il Pack Video (costa 600 euro, c’è in omaggio una valigia con 30 DVD per chi acquista la 5008 entro novembre), chi sta al volante non fatica più di tanto coadiuvato da un navigatore impeccabile e soprattutto dal cambio automatico a sei rapporti AM76C (novità assoluta per questa auto lanciata nel novembre scorso) a convertitore di coppia riservato alle motorizzazioni più potenti. Infatti, la protagonista lungo raid è la 5008 Féline 2.0 HDi (costa 30.290 euro) spinta agevolmente da 163 cavalli a 3.750 giri, con una coppia massima di 340 Nm a duemila giri: agile, maneggevole, con una posizione di guida che ricorda la Peugeot 308, è in grado di raggiungere i 190 chilometri orari (ma non possiamo sperimentarlo per non mettere a rischio la patente) grazie anche a una sesta marcia allungata per ridurre consumi (bastano 7 litri di gasolio nel percorso misto per percorrere 100 chilometri) ed emissioni di Co2 (181 g/km).

Si accinge a spegnere la sua prima candelina la Peugeot 5008 (a novembre in Francia, a dicembre in Italia), ma ha già il passo svelto: nel 2010, a settembre è arrivata a sfiorare quota 55.000 (87% con motorizzazione HDi), con un picco alto di vendite in Europa occidentale e un 7% in Europa dell’Est, Cina, Russia e America Latina: Francia in testa alla classifica ovviamente (34%), a seguire (quasi 10%) Italia, Spagna e Germania. In Italia, a fine settembre, ne sono state immatricolate quasi seimila (5.926), la previsione è di superare l’obiettivo dichiarato lo scorso anno (circa 7.000 unità) e di arrivare a quota 8.000 a fine dicembre 2010: 65% con l’HDi 1.6, il 30% con il 2 litri HDi e il 5% col motore a benzina 1.6 litri; l’allestimento principe è il Tecno (60%), il cuore di gamma; la versione Premium è solo al 6%, la Féline (alto di gamma) è al 25% delle vendite, la Business al 9% (fav parte della gamma trasversale indirizzata alle flotte aziendali). Insomma, una 5008 già molto dotata di serie, le opzioni preferite ai clienti sono il Pack Video e il Wip Nav, la modularità a sette posti è stata scelta da quasi la metà (46%) degli automobilisti.

Su strada

Una lunga marcia da Milano a Sochaux, due giorni fitti di appuntamenti, una “full immersion” nel paradiso del Leone, con visita alla fabbrica dove viene montata la 5008 (al ritmo di 900 al giorno su tre turni di lavorazione), persino una “promenade” (passeggiata) con le Peugeot d’epoca ancora pimpanti e un viaggio fantastico nel Museo dove è concentrata la storia dei Peugeot che hanno dedicato pagine esaltanti al grande romanzo popolare delle auto con le loro invenzioni ed intuizioni geniali.

E alcuni capitoli di questa storia lunga ormai due secoli sono già dedicati alla 5008, sotto il titolo di “Motion ed Emotion”, auto di conquista secondo la Peugeot che propone un nuovo “profilo” di monovolume per conquistare nuove fette di mercato nel segmento M1: le carte da giocare sono buone, dall’abitabilità (larghezza ai gomiti ottimizzata) al piacere di guida, dal dinamismo al comfort, dalla sicurezza (struttura con triplice linea di ripartizione degli urti, 6 airbag, ESP di serie, Peugeot Connect SOS per le chiamate di soccorso, con questo sistema già lanciato nel 2007 dal Leone sono state soccorse 4.600 persone) alla modularità al top (cinque sedili ribaltabili per ottenere un unico piano di carico in grado di ospitare oggetti lunghi dalla plancia alla coda). Praticità a piene mani e bagagliaio voluminoso (2.500 litri al massimo), sistemazioni ingegnose (console centrale ventilata, piano di carico a filo di battuta).

E’ davvero un bel viaggiare con la 5008, con equipaggiamenti innovativi, una monovolume che si porta appresso un autentico campionario di tecnologia sopraffina, ai limiti dell’avveniristico, in parte ereditato dalle altre “sorelle”. Come il Distance Alert (ci dice quanti secondi ci dividono dal veicolo che ci precede e quindi come dobbiamo regolare la distanza), l’Intelligent Traction Control (per avere maggior aderenza sul terreno), l’Advanced Parking System ((sensore di parcheggio: ci segnala se c’è lo spazio sufficiente per parcheggiare la 5008) e così via. In particolare, la 5008 Féline 2 litri col cambio automatico sfoggia anche il freno di stazionamento elettrico con Hill Assist per agevolare le partenze in salita, l’Head Up Display, l’indicatore di perdita di pressione dei quattro pneumatici. Bella anche vedere con le modanature in tinta, i battitacchi anteriori in alluminio e i cerchi in lega da 17”; decisamente funzionale con gli alzacristalli elettrici antipizzicamento, climatizzatore bi-zona, Pack retrovisori (interno elettrocromatico, esterni ripiegabili elettricamente, Follow Me Home automatico, illuminazione a LED alla base dei retrovisori), Pack Visibilità (accensione automatico dei proiettori e del tergicristallo). Insomma, una Féline degna del Leone.

Fonte: Infomotori.com



Altre Notizie