Fernando Alonso lancia una sua APP per emoticons

Fernando Alonso (© Getty Images)

Fernando Alonso è da sempre un grande amante dei social network. Dal momento del loro boom il campione asturiano non ha mancato occasione per sfruttarli pubblicando foto e video degli allenamenti, delle sue azioni da pilota e delle sue mille fidanzate.

Sarà per questo amore folle che l’attuale driver McLaren ha lanciato un’iniziativa. Un’applicazione personale per smartphone. Sotto il nome di Fernando Alonso Emoji.

Si tratta di un servizio di emoticons e adesivi utilizzabili su Whatsapp, Telegram e Messenger che rappresentano la vita sportiva del Samurai riassunta in alcune immagini. Tra queste anche la più celebre e amata dai suoi tifosi. Ossia  quella che lo ritrae su una sdraio a bordo pista durante le qualifiche del Brasile nel 2015.

“Il metodo virtuale più veloce e divertente per farsi accompagnare dal miglior pilota al mondo nei messaggi e nella comunicazione”. Il messaggio lanciato da Google che metterà in vendita l’APP a 0,99 centesimi.

Mentre il due volte iridato si diverte con il web in attesa dei primi test in programma per fine febbraio a Barcellona, a Woking si susseguono le partenze. Archiviato l’addio del tedesco Jost Capito da una posizione per la verità mai chiarita. Questo giovedì è arrivata la notizia dell’abbandono del direttore marketing Ekrem Sami dopo 35 anni di onorato servizio.

“E’ strano annunciare che non lavorerò più per la McLaren”. Ha detto. “Resterò legato alla squadra e ai suoi progetti fino all’uscita prevista per marzo. Poi cercherò di allargare i miei orizzonti oltre alla F1. Sento che è arrivato il momento per farlo. In particolare vorrei aumentare le mie esperienze professionali in ambito sportivo e dello spettacolo”.

Il team britannico svelerà la nuova monoposto, chiamata MCL32, il prossimo 24 febbraio. Come confermato di recente dal responsabile del muretto Eric Boullier la livrea dovrebbe essere completamente diversa rispetto all’argento o al nero dell’ultimo decennio. E’ infatti quasi certo che ci sarà un ritorno all’originario arancione.

Altre Notizie