Sergio Marchionne promette guerra a Mercedes

Sergio Marchionne (©Getty Images)

Sergio Marchionne, 64 anni sembra ormai pronto a lasciare il testimone. L’attuale Amministratore delegato del gruppo Fiat e presidente Ferrari, infatti, durante le interviste rilasciate al Salone di Detroit ha parlato di possibili dimissioni per la fine del 2018. L’idea sarebbe in ogni caso quella di lasciare da vincente, soprattutto al cavallino, dove il titolo manca ormai da troppe stagioni.

Marchionne, come riportato da “speedweek”, in merito alla questione Ferrari si è così espresso: “I nostri ragazzi stanno lavorando senza fermarsi mai. La nuova macchina sembra procedere nella direzione giusta. Nei test il motore ha dato buone risposte e siamo fiduciosi. Vedremo ora che la nuova monoposto arriverà sul web per la presentazione. La squadra ha dovuto fare un lavoro immenso, i nuovi regolamenti hanno portato ad uno stravolgimento”.

Marchionne è soddisfatto del lavoro dei tecnici

Poi ha analizzato le speranze per la prossima annata: “Io mi tengo costantemente in contatto con i miei collaboratori per sapere tutti gli sviluppi della nuova vettura. Sono molto contento di come sta lavorando la squadra. Spero che questa volta ci riporti al vertice della Formula 1. Per rispetto dei miei colleghi sono intervenuto probabilmente troppo tardi. Se avessi preso in mano la situazione già nel 2015 probabilmente avremmo avuto un 2016 diverso, ma questo non possiamo saperlo”.

Poi il passaggio doveroso a chi, invece, il mondiale lo ha vinto: “Sarebbe sbagliato pensare che abbiamo perso per la troppa bravura Mercedes. Non si può incolpare nessuno, ma se facciamo un buon lavoro possiamo batterli. Tutto dipende da noi. Dobbiamo concentrarci solo su noi stessi per arrivare al loro livello”.

Antonio Russo

Altre Notizie